Mi presento

Iniziai la mia carriera quale Istruttore di Tecniche di Tiro e Tattiche Operative a 36 anni. Mi trovavo in Florida ed ero appena uscito dalla mia quinta Scuola di Polizia. Era il 1988 e mi ero accorto che non molto era cambiato dei rudimenti che mi erano stati impartiti nella prima Scuola di Polizia undici anni prima, nella Military Police dell’U.S. Army. I Dipartimenti di Polizia USA erano appena passati dal revolver alla pistola semiautomatica e la Glock la faceva da padrone. Un’arma affascinante, brutta cattiva e nera ma funzionale, che imparai a usare e iniziai ad insegnarne l’utilizzo operativo ad Agenti di Polizia a livello locale. Erano gli arbori del Dynamic Combat Shooting®, un Metodo di Tiro che stavo sviluppando come alternativa ai vecchi principi che ancora erano in auge nella Didattica Operativa statunitense.

Al tempo stesso ero nella U.S. Army Reserves in qualità di Medic (infermiere da campo), poi passato in forza alla Florida National Guard in una Compagnia del 20th Special Forces Group (i famosi Berretti Verdi), dove restai per quasi un anno: un periodo addestrativo eccezionale che mi ha dato tantissima esperienza, senza però poter conseguire l’agognato Berretto Verde!

Ritornai in Italia per vicende famigliari nel 1990, con una solida esperienza quale Police Officer, Deputy Sheriff, Bodyguard e Operatore militare in due differenti specialità. Avevo esperienze variegate di tutto rispetto, che mi avrebbero consentito di insegnare ad altri ciò che avevo imparato e anche elaborato nel Metodo Dynamic Combat Shooting®, che tradussi nell’attuale Tiro Dinamico Operativo®.

Trovai la mia giusta collocazione nel Settore Sicurezza, dapprima come Responsabile della Sicurezza di una importante fabbrica di liquori, poi come addetto alla Sicurezza dell’IBM e infine come Istruttore per la Vigilanza di un celebre Istituto. Lì condussi diversi Corsi per le Guardie Particolari Giurate del Gruppo e in diverse parti d’Italia, anche prestando Servizi di scorta armata a clienti provenienti dall’estero.

Nel 1998 fondai la mia ditta, offrendo Corsi di Formazione professionale e speciale a Operatori della Sicurezza Pubblica e privata, nonché a cittadini qualificati. Negli ultimi vent’anni ho formato centinaia di individui e anche diverse decine di Istruttori del Metodo Tiro Dinamico Operativo®. Iniziando da allora ho scritto circa duecento articoli, pubblicati su riviste del Settore in Italia e negli Stati Uniti, oltre che sei manuali didattici e due pubblicazioni militari, è servito a farmi conoscere da oplofili, appassionati di tiro e Operatori di ogni genere.

 

Una particolare soddisfazione mi venne dal mondo militare, dove fui chiamato ad addestrare un Reparto nascente dell’Aeronautica Militare, i Fucilieri dell’Aria – Protezione delle Forze del 16° Stormo. Nello spazio di due anni e nel periodo di circa due mesi condussi Training specifico per il loro fabbisogno operativo, insegnando elementi dei Metodi da me ideati: Urban Combat Survival™, Tactical Close Protection™ e Tiro Dinamico Operativo®.

Nel frattempo mi recavo diverse volte negli USA per partecipare alle Annual Training Conference di Associazioni di Istruttori di Polizia, all’interno delle quali insegnavo il Corso “Police Survival Shooting”, con Tecniche estrapolate dal Dynamic Combat Shooting® e le Tecniche Moderne di Polizia™ che ho anche insegnato in Italia ad Agenti delle Forze di Polizia. Associazioni quali la disciolta ASLET (American Association of Law Enforcement Trainers), la IALEFI (International Association of Law Enforcement Firearms Instructors https://www.ialefi.com/) e la ILEETA (International Law Enforcement Educators and trainers Association), della quale sono Socio Fondatore (tessera # 9) e Membro del Consiglio Direttivo (https://ileeta.org/adminstration/. A detto Consiglio Direttivo in seguito si aggiunsero nomi eccellenti del Tactical Training, alcuni anche noti in Italia, come Massad Ayoob e Dave Grossman.

Tra i Metodi didattico-operativi che ho ideato spicca il Tiro Dinamico Operativo®, un Metodo di Tiro unico nel suo genere, in quanto tutte le Tecniche sono interconnesse e si può effettuare una transizione fluida tra l’una e l’altra, senza interruzioni e perdite di tempo. Inoltre il Tiro Dinamico Operativo® è stato studiato e realizzato in modo che ciascuna Tecnica si adegui allo stress (combat stress), piuttosto che resistergli. Molti dicono di tener conto dello stress durante il tiro, il TDO è l’unico Metodo creato in base agli effetti dello stress sul corpo umano: questo, insieme alla creazione delle Tecniche in base al rapporto ergonomico che intercorre tra uomo e strumenti (armi da fuoco) danno alla Didattica del TDO una connotazione scientifica.

Creatività, insomma, che mi ha guidato durante questi anni alla scoperta dell’utilizzo ottimale delle armi da fuoco in relazione alla macchina umana. Ne sono nate Tecniche e Tattiche che a volte sono antitetiche alla Dottrina tattica tradizionale, anche quella made in USA (che è stata la mia prima vera maestra). Dottrina che in Italia è totalmente copiata, insieme a quella di matrice israeliana. Il bello, o meglio, il brutto del copiare pedissequamente consiste nel non valutare le Tecniche prima di applicarle e quindi assistiamo al fenomeno di una miriade di tiratori civili e anche Operatori che sposano Tecniche delle quali non capiscono il significato, ma che eseguono, per il semplice fatto che hanno visto il famoso Istruttore nordamericano proporle e i Marines e le SWAT a loro volta farle proprie. Tutte le Tecniche e le Tattiche devono essere invece rivisitate e valutate. Nel TDO ho attuato questo procedimento fin dall’inizio e lo studio continua, perché non si può mai dire di aver raggiunto l’optimum in questo campo, fatto di molte incognite e infinite variabili.

 

Hai qualche domanda?

Concludo questo mio excursus invitandovi a contattarmi ed esporre le vostre esigenze riguardo il Training che vorreste intraprendere, oppure anche per quesiti su argomenti relativi all’utilizzo delle armi per Difesa o per Servizio.

Tony Zanti

info@istruttoreditiro.it

335.6823651

ARTICOLI

SHORT RANGE SURVIVAL SHOOTING™ IL TIRO REATTIVO NELLA DISTANZA A CONTATTO

Abbiamo visto nei precedenti articoli che il Tiro Operativo che si effettua con l’arma corta, che è insegnato nella Didattica tradizionale, è pressoché totalmente dedito al concetto di Tiro Attivo, sia per quanto riguarda le distanze entro le quali detto Tiro ha luogo, sia per l’impostazione fisica e mentale che è trasferita all’Operatore

SHORT RANGE SURVIVAL SHOOTING™ (LE DISTANZE NEL TIRO OPERATIVO/DIFENSIVO) IL TIRO REATTIVO NELLE DISTANZE MEDIE

Discutere delle distanze all’interno delle quali avviene il Tiro Operativo/Difensivo costituisce argomento di primaria importanza, per due importanti ragioni, la prima delle quali ha a che vedere con la realtà degli scontri a fuoco con l’arma corta e la seconda con l’addestramento impartito agli Operatori della Sicurezza pubblica e privata

SHORT RANGE SURVIVAL SHOOTING™ LE DISTANZE NEL TIRO OPERATIVO/DIFENSIVO

Le distanze nelle quali avvengono gli scontri a fuoco con l’arma corta, non sono molto lunghe, anzi esse sono abbastanza corte e, molte volte, insospettabilmente corte. Infatti, molti Operatori restano sorpresi – se non esterrefatti – nell’apprendere la suddetta notizia, soprattutto quando si rendono conto che l’addestramento che hanno ricevuto non tiene conto di questo fatto

IL MIO LAVORO

Istruttore di Tiro

Iniziai questo lavoro all'età di 36 anni. Era il 1988 mi trovavo in Florida ed ero appena uscito dalla mia quinta Scuola di Polizia. Mi accorsi che non era cambiato molto dagli insegnamenti nella mia prima Scuola di Polizia l’U.S. Army!

U.S. Army Reserves

Ai tempi fu nella U.S Army Reserves in qualità di Medic (infermiere da campo), un periodo addestrativo eccezionale che mi ha dato tantissima esperienza.

Ritorno a casa

Ritornai in Italia nel 1990, con una solida esperienza quale Police Officer, Deputy Sheriff, Bodyguard e Operatore militare in due differenti specialità. Avevo le capacità necessarie per insegnare il Metodo Dynamic Combat Shooting®, che tradussi nell’attuale Tiro Dinamico Operativo®.

Settore sicurezza

Trovai la mia giusta collocazione nel Settore Sicurezza. Nel 1998 fondai la mia ditta, offrendo Corsi di Formazione professionale e speciale a Operatori della Sicurezza Pubblica e privata, nonché a cittadini qualificati. Negli ultimi vent’anni ho formato centinaia di individui e anche diverse decine di Istruttori del Metodo Tiro Dinamico Operativo®.

Aeronautica Militare

Fui chiamato ad addestrare un Reparto nascente dell’Aeronautica Militare, i Fucilieri dell’Aria - Protezione delle Forze del 16° Stormo. Nello spazio di due anni e nel periodo di circa due mesi insegni elementi dei Metodi da me ideati: Urban Combat Survival™, Tactical Close Protection™ e Tiro Dinamico Operativo®.

I MIEI METODI

Tra i Metodi didattico-operativi che ho ideato spicca il Tiro Dinamico Operativo®. Il TDO è l’unico Metodo creato in base agli effetti dello stress sul corpo umano